Home » Virtualizzazione » Il cloud come motore dell’innovazione, al servizio dell’impresa

Il cloud come motore dell’innovazione, al servizio dell’impresa

Tech Page One

Il cloud come motore dell'innovazione, al servizio dell'impresa

 

Sei pronto per i cambiamenti che ci aspettano?

Cloud e innovazione sono due concetti tanto legati da essere quasi inseparabili.

Pensiamo alle aziende che oggi occupano le prime pagine: Salesforce, che a settembre 2015 ha ospitato 150.000 partecipanti alla propria conferenza Dreamforce; Uber, che ha scompaginato il settore dei taxi, e Air BnB, che ha rivoluzionato le modalità di prenotazione delle vacanze. Tutte queste aziende si basano sul cloud: anzi, nemmeno esisterebbero senza il cloud computing. Oggi nessun investitore finanzierebbe una start-up che si affidasse solo ad apparecchiature locali. Semplicemente non sarebbe fattibile.

Un effetto dirompente

Il cloud come motore dell'innovazione, al servizio dell'impresaNon tutte le imprese possono produrre effetti dirompenti come quelle citate, ma l’uso del cloud può comunque cambiare la mentalità aziendale. Implementare la tecnologia non significa soltanto introdurla in un’attività esistente, ma anche utilizzarla come motore del cambiamento, per trasformare l’azienda e introdurre nuovi processi e pratiche aziendali.

È il momento di mostrare spirito d’iniziativa.  Nel suo intervento alla Dell Innovation Conference tenutasi a giugno 2015, John Swainson, presidente di Dell Software, ha affermato che l’innovazione assume molteplici forme. “La tecnologia è diventata il catalizzatore di un incredibile cambiamento nel nostro modo di concepire il mondo e le aziende, e di comunicare con gli altri. Influisce perfino sull’evoluzione del pianeta. Non c’è prodotto o servizio che non possa essere fornito con modalità completamente nuove: più rapide, semplici e aderenti alle esigenze dei clienti finali”, ha aggiunto.

Riposizionarsi per il futuro

Le aziende devono porsi alcune semplici domande. È necessario che la forza lavoro sia concentrata in un unico edificio? È necessario un orario di lavoro rigido? È necessario tenere fisicamente così tante riunioni? Sono tutte domande che un’azienda dovrebbe porsi, perché la consuetudine non è un buon motivo per non cambiare le cose quando è necessario.

Ma le domande non finiscono qui. Di quale software è necessario dotarsi: le applicazioni legacy stanno rallentando l’azienda? Quando è il momento di sacrificare la configurazione attuale in favore di un sistema più flessibile e dinamico, che permetta di far fronte ai cambiamenti del prossimo futuro? L’infrastruttura dell’azienda è basata su sistemi proprietari?

E soprattutto, occorre domandarsi: l’azienda è a prova di futuro? Sarà in grado di affrontare l’evolversi delle condizioni di mercato? Nei prossimi anni, le aziende con infrastrutture basate su sistemi proprietari con utilizzo intensivo di hardware avranno più problemi.

Cinque domande

Dell riepiloga in cinque domande gli aspetti essenziali di cui tener conto:

  • La tua azienda è pronta a sostenere i carichi di lavoro e le esigenze di elaborazione che la aspettano?
  • Ha virtualizzato tutto il virtualizzabile?
  • È un’azienda “definita dal software” o è ancora legata all’infrastruttura hardware?
  • È in grado di gestire i requisiti legati ai big data ?
  • E, soprattutto, è pronta per il cloud?

Forse quest’ultima è la domanda più importante. Se la risposta è negativa, nessuno degli altri cambiamenti potrà avverarsi. Le moderne start-up si basano sul cloud, ma oggi tutte le aziende dovrebbero acquisire il loro modo di pensare, e affrontare i problemi con la stessa mentalità e lo stesso approccio ottimizzato.

 

 

Maxwell Cooter

Maxwell Cooter

Max è un giornalista freelance che copre una varietà di materie relazionate con l’IT. È stato il fondatore di Cloud Pro, una delle prime guide sul mondo cloud. Successivamente ha fondato anche IDG’s techworld ed ha lavorato come editore per Network Week. Da freelancer, ha potuto collaborare con IDG Direct, SC Magazine, Computer Weekly, Computer Resellers News, Internet Magazine, PC Business World e molti altri. Ha anche avuto l’opportunità di partecipare a diverse conferenze ed è stato telecronista per BBC, ITN e Computer TV Channel CNBC.

Ultimi post:

 

Tag: Virtualizzazione