Home » Tecnologia » Struttura convergente » Un nuovo inizio per le reti aperte definite dal software e a prova di futuro

Un nuovo inizio per le reti aperte definite dal software e a prova di futuro

Tech Page One

A new dawn for future-proofed software-defined open networking main article image

 

In principio, l’universo era un insieme proprietario di sferoidi di tecnologia interplanetaria che languivano ruotando sulle loro orbite indipendenti. Molti di questi finirono per deteriorarsi e consumarsi.

Poi la Terra si raffreddò, i dinosauri si estinsero e iniziò l’era della rete, dell’interconnessione, dell’open source e della gestione definita dal software.

La nuova era del controllo definito dal software

A new dawn for future-proofed software-defined open networking body text imageNella nuova era dell’uomo (e della donna e degli altri generi), abbiamo smesso di sbattere le pietre una contro l’altra e, in alcuni casi, abbiamo scoperto che non avevamo neanche bisogno di pietre fisiche, perché i controlli definiti dal software riuscivano a descrivere strumenti, piattaforme e metodi di lavoro.

Fuori dagli anni bui, abbiamo iniziato a costruire una nuova idea del mondo (ora un mondo di tecnologia) in cui prevalgono gli standard aperti delle reti definite dal software.

Non è stato facile, perché alcuni degli elementi che ci servivano non erano già disponibili fin dall’inizio, ma occorreva (e ancora occorre) in una certa misura ridefinire le piattaforme, prima di arrivare al nuovo mondo, aperto e libero da vincoli, dell’interconnessione definita dal software.

La società di analisi tecnologica IDC considera gli standard aperti, il software open source e la separazione tra hardware e software di rete fattori chiave per la trasformazione necessaria a realizzare la rete definita dal software.

Dalla rete  legacy alla rete definita dal software

Anche se riconosciamo che buona parte dell’architettura di rete legacy deve essere trasformata e aggiornata, la transizione verso una rete definita dal software e a prova di futuro non è comunque semplice. Rinnovare gli aspetti di sicurezza, prestazioni e gestibilità non è cosa che si possa fare da un giorno all’altro.

A questo proposito, gli analisti di IDC mettono in luce un problema molto reale: la carenza di competenze relative alle tecnologie delle reti definite dal software.

“I fornitori e i loro partner devono accelerare lo sviluppo di competenze tra il loro personale e offrire servizi di rete avanzati che puntino a trasformare le infrastrutture di reti dei clienti; anche i clienti, dal canto loro, dovrebbero incrementare le loro competenze”, ha affermato l’azienda in un recente white paper.

Superare il divario tra competenze e tecnologia

Ora come ora ci troviamo di fronte a un vuoto di competenze. C’è un abisso tra lo stato attuale del know-how in materia di reti e le nuove teorie da cui derivano tecnologie come le reti definite dal software (SDN), la virtualizzazione della rete e il processo di virtualizzazione delle funzionalità di rete.

Passato il momento iniziale, per entrare pienamente nella nuova era delle reti aperte definite dal software e a prova di futuro sta a noi valutare, quantificare e definire dimensione e forma delle funzioni della line of business che intendiamo supportare con la nuova IT.

Tre imperativi per l’approccio “definito dal software”

Per poter progredire, è necessario imporsi tre obiettivi indispensabili:

  • Dobbiamo migliorare la struttura di erogazione dei servizi IT che useremo per distribuire online le nuove potenti funzionalità di elaborazione, storage e networking definite dal software.
  • Dobbiamo munire le nuove reti IT definite dal software di procedure di certificazione, governance e conformità.
  • Dobbiamo creare un ciclo di vita della rete definita dal software (in base al ciclo di vita delle applicazioni software) che sia in grado di rispecchiare in modo più flessibile l’incessante evoluzione delle esigenze dell’azienda e delle interazioni con i dati.

Siamo all’alba di una nuova era, e anche se non tutti i problemi sono risolti le aziende lungimiranti si stanno dirigendo verso il nuovo orizzonte dei sistemi definiti dal software.

 

 

Adrian Bridgwater

Adrian Bridgwater

Adrian è un giornalista esparto di tecnologia con oltre due decenni di esperienza nel settore. Agli esordi, ha iniziato a lavorare come news analyst per lo sviluppo di un software, e ad oggi si definisce evangelista tech e consulente per i contenuti. Ha speso quasi dieci anni concentrandosi su open source, analisi di dati e intelligence, soluzioni cloud, dispositivi mobili e gestione dati.

Ultimi post:

 

Tag: Struttura convergente, Tecnologia