Home » Software » Reingegnerizzazione per gli aggiornamenti delle applicazioni client

Reingegnerizzazione per gli aggiornamenti delle applicazioni client

Tech Page One

iStock_000065277859_Medium (1)

 

L’informatica si trova in uno stato essenzialmente e costantemente dinamico. Questa verità fondamentale è stata confermata più e più volte dal punto di vista sia dell’hardware che del software.

Per quanto riguarda l’hardware, sappiamo che i microprocessori si sono evoluti secondo la legge di Moore e attraverso le generazioni multicore, con fattori di forma migliorati e componenti continuamente perfezionati e resi più leggeri, sottili e resistenti.

Sappiamo anche che lo sviluppo stesso di applicazioni software è un processo altamente iterativo, che prevede il continuo potenziamento delle caratteristiche, il miglioramento delle funzionalità e la diversificazione dei servizi.

Accogliere il cambiamento

250 x 300In questi giorni, sosteniamo concretamente la possibilità di favorire il cambiamento in tutta l’infrastruttura IT. Ecco cosa significa Agile (in inglese), ecco cosa significa Continuous Delivery (in inglese), il concetto su cui è imperniato il cloud computing, ovvero la capacità di modificare le applicazioni e aggiornarle quando diventano disponibili nuove versioni più adatte alle nostre esigenze.

Tutto concorre a farci constatare che il “cambiamento” è diventato una categoria dell’IT a pieno titolo, potremmo dire una sua disciplina.

Il cambiamento come disciplina a sé

Oggi vediamo aziende che intraprendono una reingegnerizzazione per gli aggiornamenti delle applicazioni client nell’ambito di programmi di trasformazione aziendale di più ampio respiro. A supporto di queste attività, le aziende cercano servizi dedicati, e i fornitori non chiedono sempre un corrispettivo per questo tipo di consulenza.

Dell è uno dei fornitori che offrono servizi e workshop incentrati sull’erogazione di consulenza esperta gratuita. In questo tipo di ambiente le aziende possono ottenere consulenza sulla migrazione software da parte di specialisti che le aiuteranno a ridurre la complessità delle architetture IT.

I workshop Dell si concentrano sui processi di reingegnerizzazione e migrazione a partire dai principi di base della migrazione dei sistemi operativi, in modo da chiarire quali applicazioni è necessario aggiornare per preparare l’infrastruttura aziendale a nuove funzionalità, nuove velocità e prestazioni, nuove funzioni di sicurezza e un nuovo programma di distribuzione delle applicazioni formulato in funzione degli obiettivi essenziali della Line of Business. In questi workshop collaborativi, Dell aiuta le aziende a individuare le questioni più problematiche prima che si manifestino, e ad avviare la pianificazione della compatibilità di hardware e applicazioni, e degli altri aspetti necessari per predisporsi alla migrazione.

Le aziende che colgono questa opportunità di coinvolgimento interattivo possono iniziare a usufruire del “Vantaggio Dell”, ossia della sua leadership nel campo della tecnologia e dei servizi. Potranno così aumentare l’efficienza operativa e la redditività a lungo termine.

È importante ricordare che nel panorama tecnologico attuale le piattaforme software sono di natura essenzialmente aperta e scalabile. Sappiamo che oggi il livello delle applicazioni per l’utente finale è meno differenziato.

Prendiamo ad esempio il modello cloud e Google Docs: non importa su quale sistema operativo sottostante venga eseguito il “servizio”. Ora sono più importanti i dispositivi endpoint dei clienti e la loro sicurezza e gestibilità, e questo deve cambiare profondamente il nostro approccio all’aggiornamento delle applicazioni client.

In futuro, in un mondo di piattaforme aperte, l’evoluzione dell’IT dovrebbe diventare un processo più organico, più strategicamente pianificato e più automatizzato. Fino a quel momento, la reingegnerizzazione richiederà competenze pratiche, e i workshop sono la sede ideale per acquisirle, perciò attrezziamoci per sfruttare il Vantaggio Dell.

 

 

Adrian Bridgwater

Adrian Bridgwater

Adrian è un giornalista esparto di tecnologia con oltre due decenni di esperienza nel settore. Agli esordi, ha iniziato a lavorare come news analyst per lo sviluppo di un software, e ad oggi si definisce evangelista tech e consulente per i contenuti. Ha speso quasi dieci anni concentrandosi su open source, analisi di dati e intelligence, soluzioni cloud, dispositivi mobili e gestione dati.

Ultimi post:

 

Tag: Software, Tecnologia