Home » Soluzioni mobili » Dispositivi bellissimi: l’importanza dell’estetica nei processi di acquisto dell’IT

Dispositivi bellissimi: l’importanza dell’estetica nei processi di acquisto dell’IT

Tech Page One

8-747x325_b

 

L’aspetto dell’IT aziendale è importante? Questa domanda è nata con l’IT. Quando era ancora confinata sulla scrivania degli utenti, la tecnologia aveva in genere un aspetto poco attraente, scialbo e insignificante, ma da un po’ di tempo a questa parte c’è stata un’inversione di tendenza.

Il primo segno della rilevanza del fattore estetico nei processi di acquisto dell’IT è stata la comparsa sulle scrivanie dei monitor a colori. Poiché all’epoca tutti gli schermi erano monocromatici, ci si chiedeva se fosse il caso di spendere di più per una caratteristica considerata superflua, specie quando i colori erano principalmente utilizzati: “per evidenziare testi o aggiungere elementi puramente decorativi. Da un punto di vista cognitivo, il colore non forniva alcun valore che non fosse ottenibile con un uso corretto della scala di grigi. Eppure, nonostante l’assenza di vantaggi scientifici per i fruitori delle interfacce, le aziende continuavano ad acquistare monitor a colori.”

Oggi, l’importanza dell’estetica è un fatto assodato. Ne sono prova gli sforzi profusi dai produttori di smartphone e tablet per rendere i propri prodotti esteticamente attraenti e le relative interfacce tanto efficienti quanto piacevoli da guardare. Il risultato? Stando a una ricerca di IDC, il numero di smartphone venduti ogni anno supera il miliardo.

La questione è messa in primo piano dalla diffusione dell’approccio BYOD nelle aziende. I dipendenti utilizzano dispositivi scelti da loro stessi, e l’aspetto estetico è senza dubbio uno dei fattori che orientano le decisioni di acquisto. È difficile stabilire quanto conti l’aspetto di un dispositivo rispetto alle sue funzioni o al prezzo, ma è sintomatico che le recensioni spesso esordiscano descrivendone proprio le caratteristiche estetiche: si può tranquillamente affermare che si tratta di un fattore importante.

Qual è la rilevanza di tutto questo per un’azienda?

Two business peopleCosa implica per i processi di acquisto aziendali? In parole povere, significa che l’interfaccia utente e il design dell’hardware non sono più secondari, come avveniva in passato. La tecnologia è sempre più attraente nell’aspetto, gli standard sono sempre più alti e sul lavoro gli utenti si accontentano solo del meglio.

Per le aziende che desiderano attrarre i talenti più qualificati e brillanti, questa situazione si trasforma in un problema economico. I nuovi laureati sono nativi digitali, hanno dimestichezza con l’IT e non sono disposti a utilizzare tecnologie che li costringano a lavorare in un determinato modo. Al contrario, la tecnologia deve consentire loro di trovare il proprio modo di lavorare, personalizzato ed efficiente. Inoltre, essi vorranno che l’IT fornita dal datore di lavoro sia dello stesso livello qualitativo di quella di loro proprietà e altrettanto aggiornata, in modo da poter lavorare come, quando e dove vogliono. Queste esigenze sono sempre più diffuse tra la forza lavoro, perciò diventa sempre più importante fornire le risorse IT giuste.

Non ci sono alternative. Se l’azienda fornisce o abilita tecnologie esteticamente sgradevoli o dotate di funzionalità scadenti, i dipendenti troveranno il modo di aggirarle, e questo comporterà maggiori rischi per la sicurezza. In conclusione: per mantenere il personale produttivo, efficiente e soddisfatto è bene includere l’estetica tra i fattori di cui tener conto nell’acquisto di tecnologie. Di tutte le tecnologie, non soltanto di quelle personali.

 


 

Fonti:

  1. Norman, D. A. (2002). Emotion and design: Attractive things work better. Interactions Magazine, ix (4), 36-42

 

 

Manek Dubash

Manek Dubash

Manek Dubash è un analista e giornalista tech con oltre 30 anni di esperienza. É appassionato di tecnologia aziendale, e con gli anni ha osservato diversi problemi a livello di infrastruttura per quanto riguarda importanti siti web di industrie affermate. Il suo lavoro è stato citato piú volte su giornali nazionali e su riviste tech specializzate. Inoltre, ha ottenuto ruoli importanti in diverse riviste tra cui PC magazine, ed in aziende di analisi e ricerca come Datamonitor e STL partners.

Ultimi post:

 

Tag: Soluzioni mobili, Tecnologia