Home » Tecnologia » Struttura convergente » Che cosa significa la trasformazione digitale per l’infrastruttura IT?

Che cosa significa la trasformazione digitale per l’infrastruttura IT?

Tech Page One

What does digital transformation mean for IT infrastructure-Main Article Image

 

I moderni leader aziendali si trovano a un bivio: possono sfruttare al massimo la trasformazione digitale o essere lasciati indietro. L’impatto della tecnologia avanzata è tale che in tutte le aziende e i settori si avverte la forza del cambiamento.

Per evitare che le loro aziende siano travolte da nuovi soggetti appena comparsi sul mercato, CIO e dirigenti devono avvalersi delle nuove tecnologie digitali – come il cloud, i sistemi di analisi e l’elaborazione mobile – per acquisire informazioni più approfondite sui clienti e favorire la creazione di modelli di business adattabili. Diventare flessibili non è compito facile, soprattutto per le aziende affermate dei settori tradizionali.

Ma c’è speranza. Concentrandosi adesso sulla propria infrastruttura IT le aziende possono creare una solida base che consentirà di sostenere il cambiamento costante. Affrontare di petto la trasformazione digitale è il modo migliore per preparare l’azienda a un futuro che si prospetta incerto.

Che cosa significa la trasformazione digitale per le aziende?

What does digital transformation mean for IT infrastructure-Body Text ImageNon esiste ormai convegno sull’IT in cui non si discuta dell’esperienza di aziende incentrate sui servizi come Uber e Airbnb. Grazie a un uso efficace di innovazione digitale e servizi agili, questi nuovi attori recentemente apparsi sul mercato hanno creato scompiglio in settori di lunga tradizione.

L’attenzione riservata negli eventi a questi perturbatori del mercato è forte, ma, dal punto di vista aziendale, la polarizzazione è ben giustificata. Oggi in tutti i settori le aziende intelligenti utilizzano la tecnologia digitale per offrire esperienze nuove ai clienti. La centralità dell’esperienza non è una prerogativa esclusiva delle startup basate sui servizi.

Anche le aziende tradizionali stanno trovando il modo di utilizzare la trasformazione digitale per creare nuovi modelli di business. Come hanno recentemente concluso gli esperti del Boston Consulting Group (BCG), le aziende di tutti i settori utilizzano intelligenza artificiale, sistemi avanzati di analisi dei dati e stampa 3D per creare nuovi livelli di valore.

Perché l’approccio basato sui dati è dirompente per l’infrastruttura IT tradizionale?

Le notizie non sono tutte positive. BCG ha constatato che le aziende di alcuni settori, ad esempio energia, trasporti e sanità, continuano ad adottare un approccio lento e metodico. Si tratta di settori rigidi e orientati ai processi, in cui, sempre secondo BCG, la trasformazione dell’IT potrebbe richiedere ben cinque anni.

Un recente articolo pubblicato su CIO.com ha evidenziato che troppe aziende orientate ai processi sono ancora legate a un’infrastruttura obsoleta e totalmente inadatta a tenere il passo con il cambiamento digitale. Invece di concentrarsi sull’innovazione, i responsabili IT e le loro controparti aziendali sono ancora fermi alla gestione dei problemi operativi e trascurano la trasformazione digitale.

In breve, i responsabili IT devono passare a nuove modalità di lavoro. Invece di affannarsi per mantenere operativi dei data center superati e obsoleti, devono creare insieme alle controparti aziendali un business case per il passaggio a una nuova infrastruttura IT avanzata, capace di supportare la trasformazione digitale.

Com’è fatta una moderna infrastruttura IT?

Come dicevamo all’inizio di questo articolo, nell’era della trasformazione digitale il cambiamento è quasi una costante. Per restare competitive in un mercato flessibile, le aziende devono avere accesso a un’infrastruttura IT adattabile e di qualità elevata.

Il moderno data center deve essere veloce ed efficiente, e includere una serie di elementi chiave. Dovrebbe essere definito dal software, per favorire il provisioning automatico delle risorse, e preferibilmente utilizzare solo flash storage, per fornire prestazioni eccellenti.

Tutte le necessarie risorse di elaborazione virtualizzata, storage e rete dovrebbero essere integrate per assicurare resilienza, alte prestazioni e raggruppamento flessibile. Un requisito essenziale è che l’azienda abbia anche la possibilità di scalare l’infrastruttura IT verso l’esterno, sfruttando l’IT on-demand e i servizi di cloud ibrido a mano a mano che insorgono nuove esigenze.

È il momento di assicurarti che l’infrastruttura IT della tua azienda sia all’altezza della sfida. La tua azienda è pronta per la trasformazione digitale? Clicca qui per scoprirlo.

 


 

Fonti:

https://www.bcg.com/d/press/31january2017-digital-transformation-opportunities-ebook-143809

 

Mark Samuels

Mark Samuels

Mark Samuels è un giornalista specializzato in leadership e gestione delle problematiche legate all’IT. Precedentemente editore presso CIO Connect nella categoria Computing, ha scritto per diverse organizzazioni tra cui l’Economist Intelligence Unit, il Guardian Government Computing and il Times Higher Education. Mark collabora anche con ClourPro, ZDNetUK, TechRepublic, ITPro, Computer Weekly, CBR, Financial Director, Accountancy Age, Educause, Inform e CIONET. Mark ha una vasta esperienza per quanto riguarda la tematica di come i CIO usano e adottano la tecnologia nelle aziende.

Ultimi post:

 

Tag: Struttura convergente, Tecnologia