Home » Tecnologia » Struttura convergente » 5 vantaggi di una strategia di iperconvergenza

5 vantaggi di una strategia di iperconvergenza

Tech Page One

5 benefits of a hyper-converged strategy 747 x 325

 

Far convergere l’infrastruttura per ridurre i server, i sistemi di storage, le reti e le soluzioni di alimentazione è ovviamente una scelta aziendale sensata. Ma la convergenza non è che un punto di partenza: un nuovo approccio, denominato iperconvergenza, consente di compiere un vero e proprio salto di qualità nella gestione delle risorse IT.

Mentre i sistemi convergenti consistono in componenti separati strutturati in modo da funzionare bene insieme, i sistemi iperconvergenti sono sistemi collegati progettati per essere scalabili grazie all’eventuale aggiunta di moduli supplementari. Le apparecchiature iperconvergenti offrono capacità integrate di elaborazione, storage e rete.

Tali sono le potenzialità di questo approccio che la società di ricerche IDC riferisce che nel primo trimestre del 2016 gli investimenti in iperconvergenza sono aumentati del 148% rispetto all’anno precedente, generando 371,88 milioni di dollari di fatturato. Perché i responsabili IT sono così entusiasti dell’iperconvergenza? Scegliendo questo approccio si ottengono cinque principali vantaggi.

1. Gestione delle risorse semplificata

5 benefits of a hyper-converged strategy 350 x250Come si evince dalla definizione di IDC, i sistemi iperconvergenti concentrano le funzionalità essenziali di elaborazione e storage in un’unica soluzione altamente virtualizzata. L’elemento più caratterizzante, sempre secondo IDC, è la capacità di fornire tutte le funzioni di elaborazione e storage attraverso le stesse risorse basate su server.

Si tratta di un approccio molto più semplice della tradizionale infrastruttura IT composta da silos operativi, con gruppi amministrativi, sistemi di storage, server e reti separati. È anche più semplice dei sistemi convergenti, in cui il livello di controllo dello storage fornisce un controllo granulare.

2. Sistemi configurabili che aiutano l’azienda a sfruttare al meglio le risorse

I sistemi iperconvergenti semplificano anche l’amministrazione. L’infrastruttura IT tradizionale si avvale di team applicativi diversi per la gestione dello storage, della virtualizzazione e delle reti. Con l’iperconvergenza tutte queste risorse sono unificate. Non più alle prese con una serie di applicazioni, i professionisti IT possono gestire lo stack iperconvergente tramite una singola console.

La configurabilità può estendersi anche alle risorse esistenti. Alcuni strumenti software per l’iperconvergenza consentono ai responsabili IT di eseguire tecnologie definite dal software in aggiunta a risorse server, di storage e di rete distinte. Raggruppando le risorse in questo modo, l’azienda può utilizzare con maggiore efficienza le apparecchiature già acquistate e migliorare la gestione delle risorse a lungo termine.

3. Meno fornitori da controllare e partnership più efficaci con i vendor

Oggi i responsabili IT hanno di fronte una pletora di potenziali soluzioni software e hardware. Per poter dedicare più tempo all’innovazione a vantaggio del’azienda, e meno alla gestione delle operazioni IT, i decisori tecnologici devono stabilire una relazione solida con vendor affidabili.

Un singolo partner fornisce all’azienda l’intero stack iperconvergente. I responsabili IT hanno tutto da guadagnare da un’infrastruttura integrata fornita da un singolo vendor, invece che da un ecosistema di partner per computer, storage e reti. La relazione con il fornitore è più chiaramente definita e più facilmente gestibile.

4. Risorse scalabili per rispondere a nuove esigenze aziendali

L’aspetto più importante è che la convergenza delle risorse hardware in un unico stack non limita le opzioni disponibili. La parola d’ordine dell’iperconvergenza è “flessibilità”. I sistemi iperconvergenti sono modulari e progettati per garantire scalabilità quando le esigenze aziendali si modificano.

Il segreto della scalabilità è la convergenza e il controllo attraverso il livello software. I responsabili IT possono aggiungere apparecchiature per incrementare le capacità e le prestazioni dell’azienda. Invece di aggiungere componenti hardware a mano a mano che aumentano le esigenze, l’azienda ha il vantaggio di poter acquisire nuovi moduli da un singolo fornitore.

5. Tecnologia a prova di futuro, pronta per una trasformazione quasi costante

È opportuno individuare un partner che abbia esperienza e competenza nella fornitura di risorse di elaborazione, storage e server di qualità elevata. Il fornitore deve, inoltre, offrire un’ampia gamma di opzioni per il livello software. Il partner ideale è in grado di proporre apparecchiature personalizzate differenziate, in termini di sistemi integrati, soluzioni preinstallate e architetture di riferimento flessibili.

Scegliendo la partnership giusta, l’azienda potrà usufruire di un assetto IT chiaramente definito e più facile da gestire. L’approccio iperconvergente all’utilizzo delle risorse sarà più semplice, configurabile e pronto per i rapidi cambiamenti che caratterizzano il business del nostro tempo. È arrivato il momento di scegliere l’iperconvergenza.

Continua a leggere e scopri i vantaggi delle soluzioni infrastrutturali convergenti per la tua azienda.

 


 

Riferimenti:

Ricerca IDC: https://www.idc.com/getdoc.jsp?containerId=prUS41547316

Tutto ciò che occorre sapere sull’iperconvergenza: http://www.techrepublic.com/article/hyper-converged-systems-what-you-need-to-know-about-this-hot-virtualization-topic/

Sui candidati per l’iperconvergenza: http://www.theregister.co.uk/2016/04/05/dell_rides_vsan_scaleio_and_nutanix_hyperconverged_horses/

 

Mark Samuels

Mark Samuels

Mark Samuels è un giornalista specializzato in leadership e gestione delle problematiche legate all’IT. Precedentemente editore presso CIO Connect nella categoria Computing, ha scritto per diverse organizzazioni tra cui l’Economist Intelligence Unit, il Guardian Government Computing and il Times Higher Education. Mark collabora anche con ClourPro, ZDNetUK, TechRepublic, ITPro, Computer Weekly, CBR, Financial Director, Accountancy Age, Educause, Inform e CIONET. Mark ha una vasta esperienza per quanto riguarda la tematica di come i CIO usano e adottano la tecnologia nelle aziende.

Ultimi post:

 

Tag: Struttura convergente, Tecnologia