Home » Tecnologia » 4 modi in cui il flash storage sta cambiando il settore sanitario

4 modi in cui il flash storage sta cambiando il settore sanitario

Tech Page One

4 ways flash storage is changing healthcare-Main Article Image

 

In tutti i settori, e in quello sanitario in particolare, le aziende stanno investendo in tecnologia per sfruttare al meglio i Big Data.

Secondo IDC, tra il 2016 e il 2020 il settore sanitario resterà quello in più rapida crescita in termini di spesa per l’IT, con un tasso di crescita annuale medio del 5,7%.

L’efficacia dei processi decisionali basati sui Big Data è proporzionale alla validità dell’infrastruttura di supporto. Il flash storage, destinato a sostituire i tradizionali supporti su disco, può svolgere un ruolo fondamentale. Devolvendo una parte della spesa per l’IT all’acquisto di flash storage, le aziende sanitarie possono ottenere quattro fondamentali vantaggi.

1. Incremento delle prestazioni

4 ways flash storage is changing healthcare-Body Text ImageAnalizziamo il caso dell’Humber River Hospital di Toronto, in Canada, che ha investito in maniera consistente nelle prestazioni delle proprie applicazioni cliniche allo scopo di ottimizzare e sveltire l’assistenza ai pazienti. In passato capitava che l’infrastruttura IT sottostante causasse problemi di prestazioni, ossia che il personale dovesse attendere per accedere alle cartelle cliniche e ai dati ospedalieri.

L’ospedale ha implementato un nuovo data center basato sulle tecnologie di storage Dell per migliorare le prestazioni del proprio sistema mission-critical MEDITECH EHR (Electronic Health Record). In questo modo le prestazioni di MEDITECH e delle altre applicazioni dell’azienda sono migliorate di quasi il 100%.

2. Miglioramento delle analisi

Non tutte le aziende sono altrettanto fortunate. Il recente studio Health Insights di IDC indica che i fornitori di assistenza sanitaria in Europa sono consapevoli dell’enorme valore dei loro dati, ma che spesso non possiedono la giusta architettura di gestione né le capacità di analisi che consentirebbero di sfruttarli nel modo migliore.

La società di ricerca conclude che le aziende sanitarie dovrebbero adottare un approccio complessivo agli investimenti in tecnologia, e il flash storage può svolgere un ruolo essenziale in questo senso. Il flash storage rende possibile l’analisi dei dati in tempo reale. Kevin Fernandes, CTO dell’Humber River Hospital, riferisce che ora l’azienda può contare su tempi di risposta nell’ordine dei millisecondi. Ne derivano processi decisionali più rapidi e una migliore assistenza ai pazienti.

3. Gestione semplificata

La rivista PLOS Biology prevede che entro il 2025 i volumi di dati prodotti dalla sola genomica saranno pari a quelli generati dalle scienze astronomiche, YouTube e Twitter. La società di ricerche Forrester rileva che i CIO del settore sanitario sono al centro di queste iniziative, ma faticano a creare un business case per i propri programmi.

Un investimento in tecnologia di storage avanzata può contribuire a ridurre il volume dell’infrastruttura IT da gestire. Oggi l’Humber River Hospital è in grado di eseguire il backup dei propri dati in 45 minuti invece che in sei ore. Risorse innovative come lo storage cloud e flash per le aziende consentono ai professionisti del settore sanitario di dedicare più tempo ai pazienti e meno a dirimere problemi di natura tecnologica.

4. Riduzione dei costi

Secondo gli analisti del settore, il flash storage diventerà un’opzione sempre più interessante per le aziende, grazie ai prezzi più bassi e ai vantaggi in termini di prestazioni. Proprio da questa convenienza deriva la previsione di IDC, secondo cui le vendite di flash storage sorpasseranno quelle dei dischi rigidi tradizionali, con un incremento del 75% della capacità a stato solido nel 2015.

L’Humber River già gode di questi vantaggi relativi ai costi. L’ospedale ha ridotto l’ingombro fisico del nuovo ambiente di storage MEDITECH che ora occupa meno della metà di un rack di unità SSD, rispetto agli oltre quattro rack della soluzione precedente. Questo ridimensionamento ha consentito alla struttura sanitaria di ridurre del 50% i costi operativi del suo data center per l’energia e il raffreddamento, a tutto vantaggio dell’assistenza ai pazienti.

Clicca qui per una guida più approfondita all’inserimento della tecnologia flash nelle aziende.

 


 

Fonti:

IDC sulla spesa nel settore sanitario: http://www.idc.com/getdoc.jsp?containerId=prUS41699316

IDC sul settore sanitario come uno dei più innovativi in fatto di dati: http://www.idc.com/getdoc.jsp?containerId=prUS41699316

Rivista PLOS Biology: https://www.ft.com/content/1b614d10-9a03-11e6-8f9b-70e3cabccfae

Forrester sui CIO del settore sanitario: https://www.forrester.com/report/Seven+Ways+Big+Data+Improves+Healthcare+Outcomes/-/E-RES117433

IDC sulla spesa per flash storage: http://searchsolidstatestorage.techtarget.com/feature/Experts-make-enterprise-flash-technology-predictions

 

Mark Samuels

Mark Samuels

Mark Samuels è un giornalista specializzato in leadership e gestione delle problematiche legate all’IT. Precedentemente editore presso CIO Connect nella categoria Computing, ha scritto per diverse organizzazioni tra cui l’Economist Intelligence Unit, il Guardian Government Computing and il Times Higher Education. Mark collabora anche con ClourPro, ZDNetUK, TechRepublic, ITPro, Computer Weekly, CBR, Financial Director, Accountancy Age, Educause, Inform e CIONET. Mark ha una vasta esperienza per quanto riguarda la tematica di come i CIO usano e adottano la tecnologia nelle aziende.

Ultimi post:

 

Tag: Tecnologia