Home » Soluzioni mobili » I peggiori scenari del BYOD

I peggiori scenari del BYOD

Tech Page One

Dati che circolano in modo incontrollato, antivirus scaduti o ancora password agli abbonati inesistenti, il BYOD può far entrare nel perimetro dell’azienda dispositivi che non corrispondono affatto agli standard di sicurezza attesi nel mondo professionale.

1,75 miliardi. È il numero di utenti di smartphone nel 2014, secondo lo studio di ricerca eMarketer. Il tasso di penetrazione nei paesi sviluppati supera già allegramente il 50% e cresce di giorno in giorno nelle aree in via di sviluppo. Di fronte ad un’offerta pletorica di terminali, ogni consumatore può trovare il dispositivo che corrisponde meglio alle sue aspettative. E una volta in suo possesso, vorrà necessariamente utilizzarlo per lavorare.

Il BYOD (Bring Your Own Device) presenta numerosi vantaggi per l’azienda che sa sfruttarlo efficacemente: maggiore produttività dei dipendenti, nessuna necessità di formazione, di acquisto del materiale,… Attenzione tuttavia alle cattive sorprese. Mal inquadrato, il BYOD può diventare un vero incubo in termini di sicurezza. Sette scenari devono essere mantenuti sotto controllo, o meglio ancora evitati.

 

 

Dell

Dell

TechPageOne è una piattaforma che ogni giorno ti offre le ultime novità sul mondo del Business e della Tecnologia. Le news provengono da giornalisti affermati nel settore dell’IT che propongono aggiornamenti sulle soluzioni informatiche e sui trend tecnologici di interesse per la tua azienda. Tutte le informazioni proposte hanno lo scopo di migliorare i processi aziendali ed aiutarti a sviluppare una visione per il tuo business e raggiungere gli obiettivi futuri.

Ultimi post:

 

Tag: Soluzioni mobili