Home » Soluzioni mobili » 5 ragioni per riporre la propria fiducia sui team di lavoratori da remoto

5 ragioni per riporre la propria fiducia sui team di lavoratori da remoto

Tech Page One

5 reasons to trust your remote teams 747-325

 

L’equazione tra trovarsi fuori ufficio ed essere irreperibili rappresenta la paura più grande dei decisori aziendali scettici riguardo alla possibilità di poter seguire e tracciare i risultati dei colleghi che lavorano da remoto.

Non deve essere necessariamente così, neanche per le attività che contano sull’operato di lavoratori da remoto che trascorrono 30 o più ore la settimana fuori dall’ufficio. La fiducia è una componente indiscutibilmente essenziale per far sì che il proprio team rimanga forte ed efficiente.

Il segreto per l’instaurazione di solidi rapporti con i vari membri del personale sta in un binomio tra soluzioni di mobilità efficaci e prassi aziendali di successo. I dirigenti senior che mettono in atto un legame sicuro con i dipendenti fuori ufficio possono aiutare la propria forza lavoro a diventare più produttiva e collaborativa.

1. Sanno come svolgere il proprio lavoro

5 reasons to trust your remote teams 350-250Lavorare in solitudine può essere difficile. In questo caso, è necessario che i dipendenti si trovino a proprio agio con la pace e la tranquillità portate dallo stare da soli. Per chi lavora da remoto, l’aspetto più difficile sarà abituarsi a non poter scambiare due parole con i colleghi durante la pausa caffè.

Tuttavia, lavorare da remoto può in realtà migliorare le prestazioni. Non si viene disturbati dal chiacchierio in ufficio e dalla lista infinita di riunioni che sembra essere protagonista dei calendari aziendali di oggi. Grazie a una soluzione per la mobilità aziendale affidabile, i dipendenti potranno rimanere sempre connessi e aumentare veramente la propria produttività.

2. Possono lavorare ovunque

Il lavoro da remoto comprende un’ampia varietà di ruoli, da addetti alle vendite a consulenti, passando per terzisti che si occupano di compiti specifici, quali l’elaborazione dei dati. In molti casi, la carriera dei lavoratori da remoto è incentrata sulla loro assenza dall’ufficio.

I dirigenti che forniscono al personale da remoto gli strumenti adatti si ritroveranno con un gruppo di lavoratori che non deve essere necessariamente incollato a una scrivania in ufficio per poter dare il suo contributo all’attività. La ricerca di Dell sostiene che i dispositivi principali per i lavoratori da remoto sono i computer portatili (62%) e gli smartphone (51%); bisogna, dunque, sincerarsi che il personale sia in possesso dei giusti dispositivi.

3. Possono lavorare in tutta sicurezza

Alcuni dirigenti hanno paura che i dipendenti che lavorano fuori dal firewall possano mettere a repentaglio la sicurezza aziendale maggiormente rispetto agli altri colleghi. Hanno timore che i lavoratori da remoto siano più a rischio di imbattersi in malware o attività di phishing, a causa di connessioni meno veloci o metodi di lavoro grossolani.

È arrivato il momento che i loro capi si liberino da tali preoccupazioni. Le moderne soluzioni di sicurezza mobile forniscono un alto livello di connettività, anche per i lavoratori sul campo che si collegano ai sistemi aziendali. La parola d’ordine nel permettere ai lavoratori da remoto di utilizzare informazioni aziendali è “crittaggio”; inoltre, i responsabili IT devono garantire che i trasferimenti di dati avvengano in modo sicuro.

4. Sono degni di fiducia nel trattamento di dati sensibili

I lavoratori da remoto hanno spesso bisogno di accedere a dati sensibili per poter svolgere le proprie mansioni. Gli studi dimostrano che il 52% degli addetti alle informazioni ha accesso a dati sensibili, quali contatti personali e dettagli di carta di credito.

I dirigenti possono sentirsi più sicuri collaborando con un partner tecnologico che permetta l’accesso ai dati protetto e autorizzato su tutti i sistemi e i dispositivi in utilizzo. La consapevolezza che i dipendenti possono accedere a dati di importanza cruciale in tutta sicurezza e ovunque si trovino porta a riporre una maggior fiducia nei lavoratori da remoto e nella loro abilità di portare a termine i propri compiti.

5. Adeguatamente sostenuti, possono raggiungere grandi risultati

I lavoratori da remoto non devono necessariamente sentirsi soli. Esistono soluzioni di connettività sicure per facilitarne la collaborazione con i loro colleghi in ogni momento. Sfrutta al massimo il cloud e stabilisci delle misure chiave, come una rete privata virtuale sicura e il Single-Sign-On, per assicurare che solo gli utenti autenticati abbiano accesso agli strumenti chiave.

La ricerca di Dell sostiene che l’83% delle imprese si aspetta una crescita del numero di lavoratori da remoto nell’anno a venire. Bisogna comunicare al personale da remoto che ha a propria disposizione un supporto fidato qualora dovesse riscontrare problemi tecnici.

Per maggiori informazioni su come facilitare il lavoro del personale da remoto, clicca qui.

 


Ricerca di Dell:

 

Mark Samuels

Mark Samuels

Mark Samuels è un giornalista specializzato in leadership e gestione delle problematiche legate all’IT. Precedentemente editore presso CIO Connect nella categoria Computing, ha scritto per diverse organizzazioni tra cui l’Economist Intelligence Unit, il Guardian Government Computing and il Times Higher Education. Mark collabora anche con ClourPro, ZDNetUK, TechRepublic, ITPro, Computer Weekly, CBR, Financial Director, Accountancy Age, Educause, Inform e CIONET. Mark ha una vasta esperienza per quanto riguarda la tematica di come i CIO usano e adottano la tecnologia nelle aziende.

Ultimi post:

 

Tag: Soluzioni mobili