Home » Produttività » La rivoluzione Future Ready: 7 tendenze emergenti per i luoghi di lavoro

La rivoluzione Future Ready: 7 tendenze emergenti per i luoghi di lavoro

Tech Page One

Future ready revolution - 7 emerging workplace trends

 

È in atto una trasformazione della forza lavoro. Si avverte fortemente l’esigenza che le aziende e il loro dipendenti creino innovazione grazie alla tecnologia, diventino più produttivi e abbraccino le nuove tendenze tecnologiche. È necessario che i responsabili delle decisioni aziendali siano consapevoli di questi sviluppi e aiutino la forza lavoro a sfruttare al massimo i progressi della tecnologia. In questo articolo esaminiamo sette tendenze emergenti che stanno cambiando le modalità di lavoro dei dipendenti.

1. Fare del lavoro mobile la nuova normalità

Per svolgere le proprie mansioni, i lavoratori europei utilizzano una gamma di dispositivi che spazia dai tradizionali desktop ai tablet e perfino agli smartphone. Da molti punti di vista il lavoro mobile è ormai una realtà riconosciuta, e i leader aziendali stanno investendo per adottare questo approccio. Secondo la società di ricerche Forrester, il 48% degli investimenti in IT per i dipendenti è destinato alle tecnologie mobili, mentre gli analisti di Gartner affermano che il 70% delle aziende supporta la mobilità dei lavoratori, considerandola altamente prioritaria.

2. Supportare le diverse modalità di lavoro

Future ready revolution - 7 emerging workplace trendsIl lavoro in remoto è molto vantaggioso, ma non tutti vogliono abbandonare l’ufficio. Più di metà dei dipendenti tedeschi (53%) lavora ancora al meglio alla scrivania dell’ufficio. Lo stesso vale per la maggior parte dei dipendenti britannici. La tecnologia può aiutare i dipendenti, come quelli che viaggiano per lavoro, a essere operativi ovunque si trovino. Ma anche interagire di persona è essenziale per la produttività del lavoro, un fatto rimarcato dall’88% dei dipendenti tedeschi.

3. Creare spazi di lavoro “smart” per tutti

Lavorare in un ufficio dovrebbe essere un’esperienza piacevole, eppure poche aziende sfruttano la tecnologia per realizzare spazi di lavoro “smart”. Nel Regno Unito ben il 47% dei dipendenti afferma di non avere a disposizione uno spazio di lavoro intelligente, che faccia uso di tecnologie fondamentali come l’IoT. Oltremanica, i dipendenti francesi preferirebbero benefit tecnologici, come l’IoT o la realtà virtuale, a quelli di altra natura, come i buoni pasto. Se vogliono avere dipendenti soddisfatti, le aziende devono pensare “smart”.

4. Separare efficacemente casa e lavoro

La tecnologia consente ai dipendenti di lavorare in modalità remota, ma c’è pericolo che le questioni professionali sconfinino nella loro vita personale. I lavoratori fanno fronte a questo rischio con diverse strategie. Ben l’80% dei dipendenti britannici mantiene sostanzialmente separate vita personale e vita lavorativa. Ma questo non è semplice per tutti: i dipendenti tedeschi riferiscono che stabilire una linea di demarcazione tra lavoro e vita personale (34%) è il maggior problema per i lavoratori in remoto. Le aziende devono promuovere un approccio equilibrato alla questione.

5. Supportare la sharing economy

Aumentano i nuovi modelli di vita e lavoro. Più di due terzi (69%) dei dipendenti francesi, compreso l’83% dei millennial, intendono partecipare alla sharing economy, in cui risorse o servizi vengono condivisi tra privati, in genere tramite Internet. Quasi i due terzi (60%) dei millennial del Regno Unito prevedono di acquistare o vendere beni o servizi attraverso la sharing economy. I leader aziendali devono capire a fondo questi nuovi modelli e riflettere sul loro potenziale impatto sulle operazioni quotidiane.

6. Comprendere la diversa mentalità dei millennial

Oltre metà (52%) dei millennial francesi considera il lavoro una parte essenziale della propria vita sociale, come emerge da ricerche condotte da Dell e da Intel, che dimostrano la minore propensione dei giovani europei a lavorare in ufficio, la loro volontà di utilizzare tecnologie avanzate e la maggiore probabilità che lascino un lavoro se la qualità dell’IT è scadente. È compito dei leader aziendali trovare il modo di supportare le esigenze delle nuove talentuose reclute dello spazio di lavoro europeo.

7. Sfruttare al meglio la tecnologia avanzata

Gartner prevede che nel 2017 la spesa globale per l’IT raggiungerà i 3.500 miliardi di USD, e sostiene che le aziende sono fortemente intenzionate a investire in nuovo software e nuovi servizi. Anche i dipendenti sono impazienti di iniziare a utilizzare nuovi strumenti. Una ricerca condotta da Dell indica che i lavoratori europei desiderano poter sfruttare al meglio le tecnologie avanzate quali l’IoT, la realtà virtuale e la realtà aumentata. Oltre due terzi (69%) dei dipendenti francesi, ad esempio, ritengono che l’intelligenza artificiale potrebbe semplificare il loro lavoro. I dirigenti devono trovare il modo di supportare questi sviluppi, per il bene dell’azienda.

Comprendere le principali tendenze relative ai luoghi di lavoro è essenziale per il futuro successo della tua azienda. Scopri le nuove tendenze tecnologiche e informazioni utili per mantenere in vantaggio la tua azienda. Clicca qui per maggiori informazioni su come creare oggi la forza lavoro di domani.

 


 

Fonti:

http://www.forbes.com/sites/ajagrawal/2016/01/11/8-tech-trends-changing-how-we-work-in-2016/#3a75c0167013

 

Mark Samuels

Mark Samuels

Mark Samuels è un giornalista specializzato in leadership e gestione delle problematiche legate all’IT. Precedentemente editore presso CIO Connect nella categoria Computing, ha scritto per diverse organizzazioni tra cui l’Economist Intelligence Unit, il Guardian Government Computing and il Times Higher Education. Mark collabora anche con ClourPro, ZDNetUK, TechRepublic, ITPro, Computer Weekly, CBR, Financial Director, Accountancy Age, Educause, Inform e CIONET. Mark ha una vasta esperienza per quanto riguarda la tematica di come i CIO usano e adottano la tecnologia nelle aziende.

Ultimi post:

 

Tag: Produttività, Workforce Transformation