Home » Produttività » Il desktop giusto aumenta la produttività

Il desktop giusto aumenta la produttività

Tech Page One

Il desktop giusto aumenta la produttività

 

L’invecchiamento dei desktop causa problemi all’azienda e ai dipendenti. Le tecnologie obsolete possono avere prestazioni più lente rispetto ai PC più nuovi e potenti.

Investire in tecnologie avanzate può essere costoso, quindi è fondamentale accertarsi di acquistare i computer giusti. Ma un ottimo desktop garantisce ai dipendenti prestazioni più veloci e una maggiore produttività.

Supportare prestazioni più elevate

Lavorare su un PC lento può essere snervante. Tutto richiede più tempo, e questo per i dipendenti è frustrante. Ma non deve andare per forza così. I nuovi desktop con Microsoft Windows 10 e processori Intel possono dare nuova spinta alle aziende, con prestazioni molto superiori rispetto ai desktop tower legacy in tutti i principali benchmark prestazionali.

Un desktop più veloce permette ai dipendenti di completare le stesse operazioni in meno tempo, e in definitiva di essere più produttivi. È dimostrato che l’impatto può essere molto positivo.

Una ricerca di Principled Technologies indica che i moderni PC producono prestazioni di sistema migliori del 145% rispetto ai dispositivi legacy. L’incremento delle prestazioni consente al dipendente medio di risparmiare quasi 23 ore di lavoro all’anno grazie al passaggio da un desktop tower legacy a un nuovo PC.

Un’azienda che sostituisse 10.000 desktop tower legacy con 10.000 nuovi desktop con processori Intel potrebbe realizzare risparmi significativi nell’arco di quattro anni: 5.923 minuti risparmiati al giorno per ogni dipendente ammonterebbero a un risparmio totale di 900.000 ore che i dipendenti potrebbero utilizzare per altre operazioni.

Mantenere la produttività del personale

Il desktop giusto aumenta la produttivitàIl risparmio di tempo non è l’unico potenziale incremento prestazionale fornito dai nuovi sistemi. I PC più recenti utilizzano la gestione fuori banda (OOB) che consente al personale IT di contattare un dispositivo in remoto quando il sistema operativo è in standby o non è disponibile.

Quel contatto può essere di fondamentale importanza in caso di infezioni malware. Il personale IT può utilizzare la gestione fuori banda per accedere ai desktop infetti mentre sono offline e riconfigurarli per risolvere il problema.

Invece di dover attendere ore o persino giorni per una riparazione, il team di gestione remota può mettersi al lavoro in pochi secondi. Dalle stime di Principled Technologies risulta che una gestione fuori banda efficiente può ridurre il tempo di lavoro dell’IT fino al 97%, mantenendo così la produttività del personale.

Rendere le applicazioni sempre disponibili

I desktop moderni possono anche sfruttare la rivoluzione dei consumatori. Proprio come i lavoratori mobili possono utilizzare applicazioni per migliorare la propria giornata lavorativa, così i dipendenti possono avvalersi degli strumenti presenti sui PC per migliorare la produttività.

Prendiamo ad esempio Cortana, l’assistente virtuale intelligente di Windows 10. Gli utenti possono lavorare con Cortana per essere più produttivi, ricevendo promemoria e assistenza durante le ricerche. Disporre di un’assistente virtuale aiuta i dipendenti a dedicare più tempo alle operazioni realmente importanti per l’azienda.

I lavoratori moderni sono mobili e useranno sicuramente una serie di dispositivi oltre ai PC desktop. Windows 10 utilizza un’architettura applicativa universale. In altre parole, lo stesso software può essere eseguito su dispositivi di diverso formato (telefono, tablet o PC desktop) con modifiche minime al codice.

Una tale architettura permette ai dipendenti di rimanere produttivi e pronti a lavorare, indipendentemente dal luogo in cui si trovano o dal dispositivo che utilizzino. In breve, la giusta tecnologia desktop può consentire ai dipendenti di essere più produttivi, grazie all’hardware più veloce e affidabile.

 


 

Fonti:

http://futurereadyworkforce.dell.com/wp-content/uploads/2015/09/Principled-Technologies-OptiPlex-TCO-Whitepaper.pdf

 

 

Mark Samuels

Mark Samuels

Mark Samuels è un giornalista specializzato in leadership e gestione delle problematiche legate all’IT. Precedentemente editore presso CIO Connect nella categoria Computing, ha scritto per diverse organizzazioni tra cui l’Economist Intelligence Unit, il Guardian Government Computing and il Times Higher Education. Mark collabora anche con ClourPro, ZDNetUK, TechRepublic, ITPro, Computer Weekly, CBR, Financial Director, Accountancy Age, Educause, Inform e CIONET. Mark ha una vasta esperienza per quanto riguarda la tematica di come i CIO usano e adottano la tecnologia nelle aziende.

Ultimi post:

 

Tag: Produttività