Home » PC lifecycle management » 5 modi in cui la tecnologia darà impulso alla produttività delle aziende nel 2017

5 modi in cui la tecnologia darà impulso alla produttività delle aziende nel 2017

Tech Page One

5 ways technology will boost enterprise productivity in 2017-747 x 325

 

Si avvicina rapidamente il momento in cui gli esperti del settore rivolgeranno l’attenzione al campo dell’IT e cercheranno di capire quali tecnologie produrranno il maggiore impatto sulle aziende durante il 2017.

In questo articolo tentiamo di aiutare i CIO e i loro colleghi a comprendere i cinque principali trend tecnologici che interesseranno le aziende nei prossimi 12 mesi.

1. Dispositivi eccellenti per supportare il cloud al centro dell’azienda

Mentre il settore tecnologico è focalizzato sulle novità più all’avanguardia, come l’automazione e l’Internet delle cose, molti CIO hanno ancora difficoltà a sfruttare al meglio le risorse IT esistenti. Anche se il cloud ha fatto la sua comparsa da ormai quasi un decennio, molti CIO iniziano appena a constatare l’aumento della produttività aziendale generato dall’IT on-demand.

I responsabili delle decisioni IT proseguiranno il loro ottimo lavoro durante tutto il 2017, eseguendo nuovi progetti aziendali su piattaforme scalabili on-demand. I dispositivi mobili saranno strategici per aiutare le aziende a trarre il massimo vantaggio dai nuovi servizi. Da una ricerca di Forrester emerge che il 70% dei dipendenti utilizza smartphone per lavorare e il 40% si affida ai tablet. È necessario orientarsi verso dispositivi dotati di funzioni avanzate di sicurezza e collaborazione.

2. Dai Big Data alle analisi cognitive: la svolta verso informazioni mirate e immediatamente utilizzabili

5 ways technology will boost enterprise productivity in 2017-350 x 250I CIO ritengono che i Big Data siano un concetto sovraenfatizzato, ma riconoscono anche il potere dei dati per la creazione di nuovi modelli di business. Come per il cloud, le aziende stanno finalmente sfruttando fino in fondo gli investimenti in Big Data, una tendenza che acquisterà slancio nel 2017, in particolare via via che nuovi oggetti continueranno a connettersi alla rete.

L’affermarsi di un’altra tendenza – le analisi cognitive – contribuirà a migliorare l’efficacia delle decisioni aziendali. Secondo l’International Institute for Analytics le analisi cognitive sono destinate a diventare il nuovo termine in voga. Poter accedere ai dati giusti al momento giusto – non importa se da nuovi dispositivi mobili o da potenti PC – aiuta i dipendenti a migliorare produttività e prestazioni.

3. Arrivano i robot… Ma prima si faccia spazio ad agenti e touch screen

I CIO saranno perfettamente consapevoli della crescente tendenza verso l’automazione nei reparti IT come in tutta l’azienda. L’automazione influisce direttamente sulla produttività, consentendo ai dipendenti di delegare le attività routinarie e ripetitive a computer o robot. L’anno prossimo vedremo l’apprendimento delle macchine passare a un nuovo livello.

Secondo Gartner i CIO dovrebbero valutare in che modo è possibile utilizzare agenti autonomi per aumentare l’efficacia dell’attività umana e liberare personale da destinare a lavori più produttivi e remunerativi. La tecnologia touch screen è una strada importante da percorrere per entrare in questa era di maggiore produttività. I PC con touch screen supersottili continuano a evolversi e le ultime novità sviluppate dai migliori fornitori di computer aziendali creeranno un nuovo livello di reattività.

4. I nuovi investimenti in PC aziendali produrranno grandi vantaggi

I dipendenti che intendono sfruttare al meglio le nuove prassi di lavoro avranno bisogno di strumenti potenti che li aiutino a essere più produttivi. La mobilità resterà un aspetto essenziale per i decisori IT, che devono individuare soluzioni per consentire al personale di accedere in modo sicuro ai dati delle analisi ovunque si trovi.

Gli investimenti in soluzioni mobili devono essere sostenuti da un impegno adeguato sul fronte dell’elaborazione desktop. Come abbiamo visto in un precedente articolo di Tech Page One, dalle indagini di Principled Technologies risulta che i nuovi PC producono prestazioni migliori del 145% rispetto ai sistemi legacy. L’uso di funzionalità aggiornate – dai processori più recenti ai dischi rigidi con crittografia automatica, dagli schermi touch alle workstation certificate dagli ISV – consentirà alle aziende di mantenersi competitive.

5. L’allargamento del concetto di software-defined a tutte le risorse diviene una realtà aziendale 

L’espressione “software-defined”, definito dal software, si riferisce alla separazione del livello di controllo dall’hardware. È un approccio che consente alle aziende di sfruttare nel modo più vantaggioso le risorse IT di cui già dispongono e migliorare notevolmente la produttività. I sistemi definiti dal software hanno già prodotto un grande impatto su data center e reti.

È probabile che il 2017 sarà l’anno in cui gli approcci software-defined si tradurranno in un incremento di produttività in tutti i settori dell’azienda. La sicurezza definita dal software, ad esempio, sta scalando la curva del modello Hype Cycle di Gartner per le tecnologie emergenti. Gli analisti prevedono che anche lo storage definito dal software giungerà a maturazione nei prossimi 12 mesi. Questi sviluppi assicureranno alla forza lavoro connettività e sicurezza, indipendentemente dal fatto che per accedere alle informazioni utilizzi dispositivi portatili o potenti PC.

Scopri come il giusto computer desktop può incrementare la produttività dell’azienda.

 


 

Riferimenti:

Gartner sull’automazione:  http://www.gartner.com/newsroom/id/3143521

Tech Page One sulla produttività desktop: http://www.techpageone.co.uk/business-uk-en/right-desktop-can-lead-productivity-2/

Gartner Hype Cycle: http://www.gartner.com/newsroom/id/3114217

 

Mark Samuels

Mark Samuels

Mark Samuels è un giornalista specializzato in leadership e gestione delle problematiche legate all’IT. Precedentemente editore presso CIO Connect nella categoria Computing, ha scritto per diverse organizzazioni tra cui l’Economist Intelligence Unit, il Guardian Government Computing and il Times Higher Education. Mark collabora anche con ClourPro, ZDNetUK, TechRepublic, ITPro, Computer Weekly, CBR, Financial Director, Accountancy Age, Educause, Inform e CIONET. Mark ha una vasta esperienza per quanto riguarda la tematica di come i CIO usano e adottano la tecnologia nelle aziende.

Ultimi post:

 

Tag: PC lifecycle management, Produttività