Home » Future-Ready » Come cambierà la forza lavoro nei prossimi cinque anni

Come cambierà la forza lavoro nei prossimi cinque anni

Tech Page One

How today’s workforce will change in the next five years-Main

 

L’IT è cambiata, diventando più fluida quanto a requisiti e risultati, e anche la forza lavoro ha dovuto cambiare e adattarsi al nuovo modello.  L’ufficio tradizionale ha lasciato il passo a modelli che prevedono lavoro in remoto e ubiquità di accesso ai dati. Ne nasce una domanda a cui non è semplice rispondere: a che punto saremo entro i prossimi cinque anni? La combinazione tra forza lavoro remota e trasformazione digitale dell’azienda genera rischi evidenti per entrambi i soggetti.  Le aziende iniziano a concentrarsi di più sulle tecnologie legate a Internet sia per le applicazioni di core business che per le comunicazioni: stanno realizzando che la forza lavoro diventa sempre più remota e mobile. La portata di questo cambiamento può risultare molto traumatica anche per la più progressista delle aziende.

How today’s workforce will change in the next five years-BodyVi sono sicuramente problemi tecnici inerenti alla creazione di una forza lavoro più mobile e all’incremento del livello di adozione di IoT, Big Data e risorse cloud, ma la vera sfida consiste nel trovare il giusto equilibrio tra portabilità, sicurezza e facilità d’uso. Le nuove generazioni che oggi si affacciano sul mercato del lavoro sono cresciute con uno stile di vita all’insegna della portabilità. I nuovi professionisti IT sono abituati all’accesso 24/7 on-demand dai loro dispositivi e trasferiscono la stessa aspettativa e mentalità sul luogo di lavoro. Ciò significa che le aziende devono decidere se accogliere questa nuova forza lavoro e le sue esigenze non tradizionali oppure provare a contrastarla e tornare a un ambiente operativo più classico.

Ma la storia ci insegna che il progresso è quasi sempre inarrestabile, e dunque alle aziende non conviene tentare di limitare o fermare questi cambiamenti, perché di fatto metterebbero a rischio la propria sopravvivenza. Oggi e in futuro l’obiettivo è trovare le soluzioni giuste, che siano tanto flessibili da supportare la centralità dei modelli di portabilità e ubiquità di accesso ai dati, ma consentano anche di affrontare le problematiche che ne derivano in quest’epoca digitale.

Le risorse tradizionali che hanno protetto le nostre aziende in passato scompariranno lentamente e vedremo emergere tecnologie più moderne per proteggere e preservare i dati aziendali in un contesto di mobilità.  I dispositivi endpoint flessibili che permettano agli utenti di connettersi a dati e applicazioni ovunque si trovino non saranno soltanto necessari, ma assolutamente indispensabili. Gli utenti daranno per scontato che i dati e le applicazioni con cui lavorano siano disponibili su tutte le piattaforme con lo stesso livello di funzionalità. Occorreranno controlli di sicurezza trasparenti, che consentano agli utenti finali di accedere ai dati senza ostacolarli. L’attenzione si sposterà sull’obiettivo di abilitare gli utenti, non di limitarli: si tratta di un cambiamento fondamentale per le aziende, e i decisori aziendali devono prenderne atto.

Scopri le nuove tendenze tecnologiche e informazioni utili per mantenere in vantaggio la tua azienda. Clicca qui per maggiori informazioni su come creare oggi la forza lavoro di domani.

 

Clive Longbottom

Clive Longbottom

Clive Longbottom è un analista del settore da circa 25 anni. La sua formazione di ingegnere chimico lo porta a ragionare su tutto in termini di processi. Clive ha lavorato con ruoli diversi in una serie di medie e grandi imprese, arrivando a comprendere a fondo di cosa le aziende hanno bisogno: un'inestinguibile sete di tecnologia. La prospettiva di Clive è sempre focalizzata sulla domanda “Cosa può fare questo per me, per il mio team, il mio reparto, la mia azienda, la value chain?”, che gli permette di distinguere le tecnologie davvero importanti, e spesso semplici, da quelle più eleganti ma meno utili.

Ultimi post:

 

Tag: Future-Ready