Home » Business » Costi bassi, alto rendimento: migrare la tecnologia aziendale/Mantenere soddisfatto l’ufficio del CEO

Costi bassi, alto rendimento: migrare la tecnologia aziendale/Mantenere soddisfatto l’ufficio del CEO

Tech Page One

3-747x325

 

Aggiornare l’infrastruttura non consente soltanto di ridurre i costi dell’IT, come hanno riscontrato la Cassa Rurale Renon, italiana, e la Royal Opera House di Londra dopo aver completamente aggiornato i propri processi tecnologici.

Quello della lirica può sembrare un settore tradizionale, ma la tecnologia necessaria per supportare centinaia di esecutori e musicisti richiede un’infrastruttura aziendale moderna.

“È molto difficile essere un leader se non disponi degli strumenti necessari.” Così afferma Jason Oliver, Head of Technology Operations alla Royal Opera House. “L’IT è alla base di tutto ciò che facciamo. Dalle produzioni sul palcoscenico ai sistemi di supporto per il back-office, compresi marketing e finanze, non c’è aspetto della nostra attività che non dipenda dalla tecnologia che utilizziamo”.

La Royal Opera House, che ancora si affidava a sistemi vecchi di 15 anni per eseguire sia i server locali che i desktop del personale, ha deciso di procedere a un aggiornamento completo, per rendere l’organizzazione più flessibile e agile.

L’aggiornamento è partito dal data center, con il passaggio dall’infrastruttura locale a un cloud privato ospitato in esterno, cosa che ha immediatamente portato risultati positivi. “Volevamo una soluzione più agile, con virtualizzazione completa, ed è proprio ciò che abbiamo ottenuto”, afferma Oliver.

La conformità prima di tutto

Interaction in officeQuando la BCE (Banca Centrale Europea) ha annunciato nuove norme in materia di conformità e continuità aziendale, la Cassa Rurale Renon ha deciso di cogliere l’opportunità per riprogettare il proprio data center.

Fondata nel 1892 per fornire servizi di credito alle comunità italiane del Sud Tirolo, vicino al confine con l’Austria, la Cassa Rurale Renon offre servizi bancari completi a più di 20.000 clienti e ha circa 50 dipendenti, sei dei quali formano il team di IT aziendale.

Proteggere l’impresa e ridurre i costi di IT

Le normali attività di manutenzione richiedevano sempre più tempo al team interno di Renon. In caso di emergenza, il ripristino dei dati sarebbe stato estremamente complesso e se si fossero verificate interruzioni del servizio durante il giorno, i dati dei clienti sarebbero andati perduti.

Dopo l’aggiornamento dell’infrastruttura aziendale, Oswald Mair, Direttore Generale della banca, è estremamente soddisfatto dei risultati ottenuti. “Abbiamo enormemente migliorato i livelli di sicurezza e di continuità aziendale, oltre a eliminare praticamente del tutto il rischio di perdite di dati”, afferma Mair. “Questo è molto importante per noi, perché ci garantisce la conformità normativa”.

Ora un test della sicurezza dura appena cinque minuti invece delle ore richieste dalla soluzione precedente. I dati sono sincronizzati in un secondo e ripristinarli è semplicissimo: l’operazione richiede appena cinque clic del mouse invece dei 27 precedenti. “In caso di guasti gravi, gli utenti – il personale e i clienti – potrebbero continuare a lavorare senza neanche accorgersi del problema, perché non vi sarebbe alcuna interruzione ai servizi”, afferma ancora Mair.

Alla Royal Opera House, l’esperienza è stata talmente positiva che ora il personale degli uffici non è più vincolato ai computer desktop. “La prova è andata così bene che l’ufficio del CEO non ha avuto problemi ad abbandonare del tutto i desktop”, afferma Oliver con soddisfazione. “È davvero un cambiamento epocale.”

Soddisfare sia l’ufficio del CEO sia i clienti è il non plus ultra. I casi della Royal Opera House e della Cassa Rurale Renon dimostrano quanto sia vantaggioso per le aziende aggiornare l’infrastruttura e implementare soluzioni end-to-end.

 


 

Fonti:

End-to-end partnership hits all the right notes

 

 

Paul Wallbank

Paul Wallbank

Paul è un regolare collaborator di Business Spectator, IT News ed altre testate private. Ha pubblicato alcuni libri tra cui “e-Business – Seven Steps To Online Success” (pubblicato da John Wiley & Sons) e “Small Business Guide to IT” (pubblicato da Allen & Unwin). Il tema che affascina di più Paul è come le aziende e la società si evolvono nell’attuale economia connessa. Altre aree di suo interesse sono la sicurezza IT, big data, cloud, tecnologia aziendale, internet e innovazioni aziendali per il futuro.

Ultimi post:

 

Tag: Business, Produttività