Home » Business » Consulenza – Le grandi relazioni contano: In che modo la consulenza mette le basi per il successo e riduce i rischi

Consulenza – Le grandi relazioni contano: In che modo la consulenza mette le basi per il successo e riduce i rischi

Tech Page One

Great relationships matter - How consultancy lays the foundations for success and reduces risk-Main Article Image

 

A volte sembra aver senso portare avanti solo un’attività alla volta. Troppi input, infatti, preoccupano gli IT manager che vogliono eseguire rapidamente nuovi progetti. Tuttavia, grandi relazioni con terzi esterni possono aiutare l’azienda a fare progressi rapidi; inoltre, la giusta consulenza può gettare le basi del successo del progetto e ridurre i rischi.

Piuttosto che essere un erogatore di pareri aggiuntivo e potenzialmente costoso, la consulenza economicamente ottimizzata è critica per la pianificazione e la fase di preparazione di un progetto IT. Come vedremo di seguito, un grande consulente riduce i rischi gestibili, consente una chiara comprensione dei requisiti di progetto e aiuta a identificare in anticipo i punti critici.

Ridurre i rischi gestibili

Great relationships matter - How consultancy lays the foundations for success and reduces risk-Body Text ImageLa gestione IT moderna consiste prevalentemente in risultati commerciali di successo. In passato gli IT manager tendevano ad acquistare tecnologia e a sperare che l’azienda ne traesse il massimo vantaggio. Oggi i responsabili dell’IT devono trovare il modo di ottenere il massimo da sistemi e servizi in un’enorme quantità di settori. Devono trovare il modo di gestire l’IT e ridurre il rischio di fallire un progetto.

Qui entra in gioco la consulenza con un ruolo chiave. Gli esperti esterni possono ricorrere a profonde conoscenze per aiutare l’azienda a innescare un cambiamento tecnologico. Questo è anche il punto di vista del ricercatore IDC, il quale sostiene che i servizi di consulenza possono aiutare le unità di IT a ottenere la trasformazione digitale che desiderano.

Tuttavia i CIO hanno anche bisogno di maggiore flessibilità di quella messa a disposizione dagli accordi di consulenza tradizionali. La Technology Business Research ha evidenziato che i responsabili dell’IT cercano accordi di consulenza personalizzati, piuttosto che accordi singoli che comprendono tutto. Chiedono servizi su ordinazione con servizi aggiuntivi a copertura di aspetti complessi, quali l’integrazione, l’implementazione e la gestione continua.

Consentire una chiara comprensione dei requisiti di progetto

L’esigenza di flessibilità dimostra che le aziende stanno passando da contratti per servizi IT tradizionali a modelli cloud “as a service”. Secondo la Technology Business Research, questo passaggio ha causato un declino graduale del 4,7% nella fornitura di servizi IT fra il 2014 e 2015. Ciò che serve all’azienda è una serie di servizi di consulenza e di progetto completa e flessibile dalla concezione al completamento.

L’accesso alle giuste informazioni, metodologie e strumenti consentirà all’azienda di affrontare nuovi investimenti con maggiore fiducia. Prendiamo un’area chiave, la connettività di rete definita da software. Gli esperti dell’industria ritengono che SDN aiuterà le aziende a utilizzare le proprie risorse con maggiore efficienza ed efficacia. IDC ne riconosce il potenziale, ma sostiene che le grandi aziende avranno bisogno di aiuto per ottenere il massimo da SDN.

Il ricercatore sostiene che un approccio guidato dal consulente sarà essenziale. IDC sostiene inoltre che le aziende avranno bisogno di lavorare con un partner di servizi che aiuti a collocare SDN al centro della strategia IT. Il partner di servizi giusto conoscerà intimamente l’azienda e sarà in possesso delle certificazioni necessarie affinché il CIO utilizzi SDN a suo vantaggio.

Individuare in anticipo i punti critici

Ovviamente non tutti i progetti IT saranno un successo immediato. La pianificazione e la preparazione sono assolutamente fondamentali. I CIO che cercano di ottenere il massimo dalla consulenza in un’epoca di collaborazioni su richiesta devono poter disporre di un partner dotato di una valida biblioteca di riferimento, di esperienza in grandi approcci e di prove tangibili di importanti risultati commerciali.

L’azienda potrebbe trovarsi ad affrontare uno scenario specifico, in cui il consulente sarà utile per concentrarsi sulle priorità. Attingendo da questa esperienza, il consulente aiuta a capire requisiti, verificare le possibilità e definire gli ambiti.

La grande notizia è che in qualsiasi settore di IT, un consulente affidabile contribuisce a mettere le fondamenta per il successo. Le grandi relazioni contano davvero nell’attività commerciale moderna; il consulente deve lavorare come fosse parte del team interno, aiutando l’azienda a raggiungere importanti risultati commerciali.

Se vuoi saperne di più su come i servizi di distribuzione possono ottimizzare l’implementazione dei sistemi, fai clic qui oppure contatta il rappresentante di vendita Dell.

 

Mark Samuels

Mark Samuels

Mark Samuels è un giornalista specializzato in leadership e gestione delle problematiche legate all’IT. Precedentemente editore presso CIO Connect nella categoria Computing, ha scritto per diverse organizzazioni tra cui l’Economist Intelligence Unit, il Guardian Government Computing and il Times Higher Education. Mark collabora anche con ClourPro, ZDNetUK, TechRepublic, ITPro, Computer Weekly, CBR, Financial Director, Accountancy Age, Educause, Inform e CIONET. Mark ha una vasta esperienza per quanto riguarda la tematica di come i CIO usano e adottano la tecnologia nelle aziende.

Ultimi post:

 

Tag: Business