Home » Business » I 5 modi in cui le soluzioni future-ready possono cambiare le aziende di domani

I 5 modi in cui le soluzioni future-ready possono cambiare le aziende di domani

Tech Page One

iStock_000020786413_Full

 

L’agilità è una caratteristica sempre più importante per tutti gli aspetti dell’attività aziendale. Operazioni IT flessibili e realmente adattabili sono fondamentali in ogni azienda per colmare il divario tra l’infrastruttura corrente e le attività operative. Per questo si sostengono nuovi investimenti che aiuteranno l’azienda a connettersi, a competere e a crescere. Questo fatto evidente, oltre alla possibilità di eseguire più carichi di lavoro in meno spazio, è ciò che oggi intendiamo con il termine agilità.

Un’azienda realmente agile è un’azienda future-ready, che si è strutturata con elementi IT modulari e scalabili per acquisire un nuovo tipo di agilità a prova di futuro. Adottando soluzioni definite dal software ed essenzialmente dinamiche, le aziende possono raggiungere nuovi livelli di scalabilità a velocità precedentemente irraggiungibili, risparmiando anche sui costi.

Un programma di cambiamento

Waiting for his flight. Rear view of thoughtful businessman in fOltre a promuovere l’auto-organizzazione, la semplicità e l’attenzione all’eccellenza tecnica in tutto ciò che facciamo, il manifesto originale del programma Agile è famoso per la seguente affermazione:

“Accogliete il cambiamento dei requisiti anche nelle fasi avanzate dello sviluppo. I processi Agile consentono di sfruttare il cambiamento e trasformarlo in un vantaggio competitivo per il cliente.”

La stessa Dell promuove l’uso della “metodologia Agile” per accelerare i risultati, esattamente in quest’ottica. Per le aziende odierne, ciò significa accettare specificamente l’idea che il cambiamento sia una costante. Significa inoltre che le aziende future-ready devono prepararsi a un’agilità che assume nuove forme. Questa esigenza può essere riassunta in cinque principi di cultura aziendale.

Come avere successo nel mondo agile

  1. Per avere successo in un mondo sempre più sotto pressione a causa dei radicali cambiamenti tecnologici, le aziende devono strutturarsi in funzione di variazioni e aggiustamenti dinamici costanti. Passare a soluzioni interamente definite dal software, iniziando a scindere il software dall’hardware su cui viene eseguito, è fondamentale per promuovere la nuova agilità.
  2. Per avere successo in un mondo in cui le condizioni macroeconomiche e le minacce sempre più sofisticate alla sicurezza cambiano ogni giorno il volto dell’attività aziendale, c’è una chiara opportunità di liberarsi di una parte dei costi in conto capitale (in favore di quelli operativi) abbracciando il cloud computing e un nuovo modello di IT eseguito su infrastrutture iperconvergenti.
  3. Per avere successo in un mondo dove agilità significa capacità di cambiare, le opzioni di cloud computing, standard aperti e infrastrutture virtualizzate danno alle aziende la libertà di fare scelte a lungo termine, invece di vincolarsi ai prodotti o servizi acquistati da un determinato fornitore.
  4. Per avere successo in un mondo dove ogni giorno si verificano cambiamenti normativi rilevanti, le strutture IT delle aziende future-ready devono basarsi su una gamma di hardware, software e servizi in grado di prevenire (mediante l’intelligence dell’automazione) i rapidi cambiamenti delle condizioni aziendali e di adattarvisi.
  5. Soprattutto, per avere successo in un mondo in cui il comportamento dei clienti e le tendenze di acquisto non sono più statici come una volta – e neanche più ciclici, stagionali o in altro modo periodici –, un’azienda che voglia definirsi future-ready deve comprendere che il cambiamento è la nuova normalità.

Un’azienda ottimizzata per l’agilità

Il nostro obiettivo fondamentale è strutturare l’azienda intorno a carichi di lavoro ottimizzati per una specifica funzione Line of Business, ma anche strategicamente alterabili all’occorrenza.

Può trattarsi di servizi basati sui dati o flussi di transazioni; processi di produzione quantificabili o attività di lavoro manuale eseguite da singoli. Il punto cruciale è che tutti i carichi di lavoro siano strutturati in modo da garantire la massima velocità ed efficienza, grazie al fatto che il tessuto stesso dell’azienda è stato creato fin dal primo momento intorno a una cultura pensata per l’agilità.

Per quanto un’azienda davvero future-ready sia efficiente, lo sarà un po’ meno domani, quando una quantità di fattori cambieranno. Ma non sarà un problema, perché un’azienda pronta per il futuro è anche pronta ad affrontare il cambiamento.

 

 

Adrian Bridgwater

Adrian Bridgwater

Adrian è un giornalista esparto di tecnologia con oltre due decenni di esperienza nel settore. Agli esordi, ha iniziato a lavorare come news analyst per lo sviluppo di un software, e ad oggi si definisce evangelista tech e consulente per i contenuti. Ha speso quasi dieci anni concentrandosi su open source, analisi di dati e intelligence, soluzioni cloud, dispositivi mobili e gestione dati.

Ultimi post:

 

Tag: Business, Imprenditorialità