Home » Big Data » Come l’IoT sta cambiando le imprese

Come l’IoT sta cambiando le imprese

Tech Page One

Come l'IoT sta cambiando le imprese MainImage

 

L’Internet delle cose (IoT) rappresenta un cambiamento epocale nel modo in cui le aziende utilizzano le informazioni. Non più confinate a dispositivi elettronici e applicazioni, le reti si connettono a oggetti di uso quotidiano, consentendo loro di inviare e ricevere dati. L’IoT è ancora in fase embrionale, ma il suo impatto potenziale è enorme, e i rivenditori di canale possono giocare un ruolo chiave.

Questo trend è all’apice della curva nel modello Hype Cycle di Gartner relativo alle tecnologie emergenti, e le aziende devono necessariamente individuare le opportunità offerte dalle tecnologie IoT. Tuttavia, per sfruttare la nuova era della connettività occorrerà risolvere una serie di problemi. Sicurezza, storage e la necessità di analisi in tempo reale comportano ostacoli di non lieve entità.

E dunque in che modo i dirigenti possono sfruttare al meglio l’IoT e quali cambiamenti ne deriveranno per le aziende? L’articolo che segue descrive come i principali fornitori e rivenditori di canale possono aiutare le aziende a orientarsi nel nascente mercato dell’IoT.

Sfruttare al meglio l’IoT

Come l'IoT sta cambiando le imprese BodyTextImageArgus Insights ha recentemente rivelato che dallo scorso gennaio al 10 aprile su Twitter ci sono stati più di 2,3 milioni di riferimenti all’IoT. L’azienda, specializzata in ricerche di mercato, afferma che le conversazioni sui social si sono concentrate sostanzialmente sui Big Data, con particolare riferimento alla raccolta e alla sicurezza delle informazioni.

Da questa ricerca emerge che, malgrado il grande clamore, nessuna azienda è ancora riuscita ad acquisire il controllo del mercato. L’interesse verso l’IoT è enorme, ma ci sono molte ipotesi diverse sulla futura evoluzione del mercato e sul modo in cui le aziende sfrutteranno questa tecnologia.

Secondo i dati di IDC, nel 2013 la spesa globale sul mercato dell’IoT aveva già raggiunto i 1.900 miliardi di USD. IDC prevede che entro il 2020 si arriverà a 7.100 miliardi di USD. La società di consulenza Accenture stima che entro il 2030 il valore globale creato dall’IoT potrebbe raggiungere e superare i 15.000 miliardi di USD.

Da un’altra ricerca di Accenture si evince che le aziende stanno già dimostrando un impegno rilevante verso la tecnologia digitale e che sono intenzionate a esplorare l’IoT. Le imprese possono sfruttare le tecnologie IoT per ottimizzare le proprie analisi di settore e sviluppare con più precisione i piani di marketing e i profili dei consumatori. Ma la connettività può anche creare delle sfide, oltre che fornire ottimi risultati.

Con più oggetti connessi alla rete, i responsabili IT devono gestire una quantità praticamente infinita di dispositivi e sensori. Con più dispositivi connessi alla rete, e i relativi aggiornamenti periodici, le aziende devono garantire che le proprie reti a banda larga siano in grado di gestire l’aumento della domanda.

Le organizzazioni saranno inondate di informazioni. Le aziende di successo utilizzeranno le conoscenze e competenze specialistiche delle risorse di canale per vincere le sfide legate all’archiviazione e all’analisi dei dati finalizzate all’acquisizione di preziose informazioni di business.

Come l’IoT cambierà le imprese

La sicurezza è una questione fondamentale per le aziende che vogliono sfruttare al meglio l’IoT. Qualsiasi endpoint che mette in comunicazione la rete con il mondo esterno è un potenziale punto di accesso per gli hacker. Come osserva Esther Sthein, la gestione della rete diventa cruciale e le aziende devono investire in strumenti per monitorare e controllare le connessioni. I partner con una solida conoscenza di standard, protocolli e API giocheranno un ruolo fondamentale.

Anche lo storage diventa una forte preoccupazione. Per permettere alle aziende di far fronte a un vero diluvio di dati, i sistemi interni dovranno essere solidi in termini sia di capacità che di sicurezza. Molte aziende si affideranno al cloud per l’elaborazione delle informazioni IoT, ma i dirigenti necessiteranno comunque di partner affidabili, in grado di garantire il controllo dei dati e la conformità alle leggi e alle normative applicabili.

Una possibile soluzione è la rete distribuita, che consente ai responsabili IT di sfruttare un cluster di risorse di elaborazione, storage e rete per la gestione dell’IoT. Sfruttando l’approccio distribuito, le aziende possono ricavare informazioni immediatamente utilizzabili dai dati raccolti sul perimetro delle reti.

Fornitori affidabili come Dell si sono già uniti a organizzazioni come l’OpenFog Consortium, che lavora alla creazione di standard attuabili per questa nuova forma di elaborazione distribuita. Esistono anche altri consorzi aperti, come ThingWorx, che offre una piattaforma su cui sviluppare ed eseguire applicazioni nel mondo connesso. Dell adotta un approccio pragmatico all’IoT, aiutando i responsabili IT a sfruttare le apparecchiature e i dati esistenti e a prendere decisioni sicure basate sulle analisi.

Mike Krell, analista per Moor Insights & Strategy, riconosce che sfruttare questa grande quantità di informazioni prodotte tramite l’IoT in tempo reale non è un compito facile. Eppure, gli sviluppi pionieristici nelle analisi perimetrali possono aiutare le aziende a ottenere un vantaggio competitivo. Krell afferma che analizzare le informazioni sul perimetro della rete – e indica il nuovo Edge Gateway serie 5000 come strumento chiave – consente di veicolare e utilizzare le informazioni con la massima efficacia.

L’IoT è ancora in via di sviluppo ma è ormai chiaro che i clienti aziendali hanno un’opportunità enorme per creare informazioni utilizzabili a partire dai dati raccolti. La nuova era della connettività pone sicuramente molti problemi in materia di sicurezza, storage e analisi. Ma con il loro ruolo di partner affidabili, e grazie a soluzioni tecniche eccellenti, i rivenditori di canale possono trasformare la sfida aziendale dell’IoT in una nuova opportunità.

 


 

Fonti:

Sul modello Hype Cycle di Gartner (in Inglese): http://www.gartner.com/newsroom/id/3114217

Ricerca di Argus Insights (in Inglese): http://www.pressreleaserocket.net/new-argus-insights-iot-market-report-reveals-big-data-is-top-of-mind-within-internet-of-things/437825/

Sul mercato dell’IoT nel 2020 (in Inglese): http://www.zdnet.com/article/internet-of-things-market-to-hit-7-1-trillion-by-2020-idc/

Sul mercato dell’IoT nel 2030 (in Inglese): http://www.techworld.com/blog/views-from-the-lab/driving-unconventional-growth-through-industrial-internet-of-things-3574177/

Ricerca aggiuntiva di Accenture sulle tendenze digitali e l’IoT (in Inglese): http://techtrends.accenture.com/us-en/business-technology-trends-report.html

Questioni di sicurezza associate all’IoT (in Inglese): http://www.cio.com/article/2895398/internet/3-reasons-to-be-wary-of-the-internet-of-things.html?page=2

IoT, sicurezza e storage (in Inglese): http://www.computerweekly.com/feature/The-internet-of-things-is-set-to-change-security-priorities

Fog Computing (in Inglese): http://www.forbes.com/sites/janakirammsv/2016/04/18/is-fog-computing-the-next-big-thing-in-internet-of-things/#7ed787221be2

Analisi perimetrali (in Inglese): http://www.forbes.com/sites/moorinsights/2015/10/21/can-dell-make-analytics-at-the-edge-a-reality/#121f679e2758

Dell Fonti:

Dell vara un laboratorio e una nuova divisione per l’Iot: http://www.techpageone.it/data-center-it/dell-vara-un-laboratorio-e-una-nuova-divisione-per-liot/

 

 

Mark Samuels

Mark Samuels

Mark Samuels è un giornalista specializzato in leadership e gestione delle problematiche legate all’IT. Precedentemente editore presso CIO Connect nella categoria Computing, ha scritto per diverse organizzazioni tra cui l’Economist Intelligence Unit, il Guardian Government Computing and il Times Higher Education. Mark collabora anche con ClourPro, ZDNetUK, TechRepublic, ITPro, Computer Weekly, CBR, Financial Director, Accountancy Age, Educause, Inform e CIONET. Mark ha una vasta esperienza per quanto riguarda la tematica di come i CIO usano e adottano la tecnologia nelle aziende.

Ultimi post:

 

Tag: Big Data